Condividi
Andare in basso
Mamma69
Mamma69
Moderatrice
Messaggi : 589

Uova: guida all’acquisto e al consumo consapevole  Empty Uova: guida all’acquisto e al consumo consapevole

il Mar 11 Dic 2018 - 15:41
C’è chi le demonizza e chi le esalta. Ultimamente la scienza le ha (per fortuna) rivalutate.

Ma anche per le uova vale lo stesso discorso che si fa per tutti i cibi e derivati animali, e cioè che la qualità dipende molto dalla tipologia dell’allevamento di provenienza. Ecco allora qualche informazione utile per scegliere con maggiore consapevolezza!
Cliccare sul link per ascoltare il video [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Uova: quelle “allevate a terra” non sono salutari




Le uova di galline allevate a terra non sono un prodotto salutare. Derivano infatti da allevamenti intensivi di galline ovaiole, in cui il benessere animale non viene preso minimamente in considerazione (vedasi questa immagine di un allevamento a terra: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] Da questa tipologia di allevamento deriva un uovo con effetti molto infiammatori per il nostro organismo.

Le uova che consumiamo dovrebbero essere di provenienza rigorosamente biologica. Le galline devono essere felici e poter scorazzare libere all’aperto. Nelle uova, infatti, si riversa non soltanto quello che la gallina mangia, ma anche il suo livello di stress.

Lo stress porta al rilascio nell’uovo di una sostanza, l’acido arachidonico, che nel nostro organismo fa da precursore a diverse molecole pro-infiammatorie. Tutt’altro discorso invece per le uova bio: contengono sostanze antinfiammatorie come, per esempio, i famosi omega-3.

Per un approfondimento, si legga il seguente articolo di Gianpaolo Usai​, Educatore Alimentare autore dei libri “Inganno Alimentare” (2015) e “Cibo Serio” (2016): [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Uova: non sono tutte uguali




A prima vista le uova potrebbero sembrare tutte uguali tra loro. Presentano invece caratteristiche che distinguono chiaramente le une dalle altre, suddividendole per calibro (S, M, L, XL), tipologia di allevamento (a terra, all’aperto, bio, in batteria) e freschezza (fresche o extrafresche).

Scopriamo insieme queste caratteristiche:

Calibro
S – piccole: peso inferiore a 53 g

M – medie: peso pari o superiore a 53 g e inferiore a 63 g

L – grandi: peso pari o superiore a 63 g e inferiore a 73 g

XL – grandissime: peso pari o superiore a 73 g

Queste categorie di peso sono stabilite dalla normativa in materia di uova (RegCE 589 del 24-06-08).

Tipologie di allevamento delle galline

Molto importante da sapere, rimandiamo al nostro articolo dettagliato al seguente link: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Freschezza

L’uovo presenta, nella parte bassa, una sacca d’aria che ne determina la freschezza. Se l’altezza della camera d’aria è inferiore ai 4 mm, le uova sono extrafresche (possono essere commercializzate con questo nome fino al nono giorno successivo alla deposizione). Se l’altezza della camera d’aria è tra i 4 e i 6 mm, le uova sono fresche.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]



Uova confezione famiglia: evitiamole!





Uova: guida all’acquisto e al consumo consapevole  Uova
Come si può vedere dalle immagini il costo di queste uova è incredibilmente basso ed è proprio questo parametro a destare la nostra attenzione e sospetto! Come mai costano così poco? Di solito queste confezioni vengono posizionate in basso nello scaffale del supermercato, come tutti i prodotti generalmente detti “di primo prezzo” o “di prima fascia”, ovvero quelli meno costosi tra quelli della loro categoria (vedi ad es. gli oli, le scatolette di tonno ecc.) Nell’esempio che vi illustro qui ho trovato delle uova che costano soltanto 1,29 euro per una confezione da 10 uova !!! (parliamo quindi di 13 centesimi a uovo e neanche).

Uova: guida all’acquisto e al consumo consapevole  Uova-gabbie1-600x450


Il motivo è che queste uova sono della peggiore categoria e provengono da galline da allevamento in gabbia (o batteria). Tale tipologia di allevamento è la peggiore in assoluto tra tutte e quattro le tipologie di allevamento di galline ovaiole. Chi mangia questo tipo di uova mangia un uovo che non è salutare, ma anzi infiammatorio e nocivo.

Uova: guida all’acquisto e al consumo consapevole  11011191_881375395243611_5407715356717527527_n

UOVA DA GALLINE IN GABBIA (HANNO IL CODICE 3 TIMBRATO SULL’UOVO): le uova di galline in gabbia hanno una composizione chimica e in nutrienti quasi completamente diversa da quelle di galline allevate all’aperto e con allevamento biologico. Sono le uova che si vendono nei supermercati al prezzo più basso. Le galline di solito vivono ammassate in un pollaio o in gabbie e non vedono mai la luce del sole. Vengono nutrite con alimentazione forzata di mangimi a base di cereali (per forzare e aumentarne la produzione di uova, arrivando a ottenere un uovo al giorno per gallina, cosa alquanto innaturale per una gallina che si alimenta in maniera naturale e che vive nel prato), integrati con vitamine e minerali. Sono sicuramente trattate con antibiotici e ormoni, per prevenire infezioni e malattie inevitabili con quella tipologia di allevamento. L’alimentazione di una gallina allevata con metodo biologico (10 metri quadri di pascolo alberato per capo) o all’aperto (2,5 metri quadri di pascolo alberato per capo) non è mai paragonabile a quella di un’animale allevato in gabbia. Infatti, anche se venisse somministrato ad una gallina libera lo stesso identico mangime di una consorella segregata, essa integrerebbe la propria dieta con tutta la gamma di erbe selvatiche disponibili nel suo pascolo, oltre che con le miriadi di invertebrati e piccoli vertebrati che scoverebbe razzolando. Carotenoidi, olii essenziali, proteine, mille variabili che influenzerebbero i valori nutrizionali e le qualità organolettiche di un uovo.

Uova: guida all’acquisto e al consumo consapevole  Gabbie2

UOVA CODICE 0: configura le uova di galline da allevamento biologico (codice zero timbrato sull’uovo) stanno all’esterno ( all’aperto ) per almeno un terzo della loro vita. Quando sono all’esterno hanno a disposizione almeno 10 metri quadri per gallina ovaiola. Nel ricovero all’interno hanno una densità di 6 galline per metro quadro. Sono alimentate con mangime biologico e si nutrono in parte con ciò che trovano quando sono all’aperto durante il giorno (insetti, vermi ecc.)

UOVA DA GALLINE IN GABBIE E UOVA BIOLOGICHE A CONFRONTO
Nel 2010 negli Stati Uniti è stato pubblicato uno studio [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] in cui si mostravano i valori nutrizionali delle uova da allevamenti in gabbie e da allevamenti biologici. Come potete osservare dalla tabella presente nella quarta immagine di questo post, i valori rispettivamente di vitamina E (4 volte di più nell’uovo biologico), vitamina A (due volte maggiore nell’uovo biologico), betacarotene (8 volte maggiore nelle uova bio), omega-3 (3 volte di più nelle uova bio), colesterolo e grassi saturi erano tutti nettamente migliori nelle uova da allevamento biologico.

Uova: guida all’acquisto e al consumo consapevole  Gabbie3

In sostanza, le uova provenienti da allevamenti intensivi in gabbie, non solo penalizzano fortemente il benessere dell’animale e la salute dell’ambiente, ma procurano un danno alla salute delle persone in quanto si tratta di uova con un profilo nutrizionale molto basso, fortemente infiammatorio dal momento che sono cariche di grassi saturi e sprovviste di grassi omega-3 antinfiammatori, inoltre hanno quantitativi bassissimi di vitamine preziose come la A e la E, vitamina antiossidanti, che intervengono fra le altre cose sul benessere della pelle, degli occhi ma intervengono anche nella sintesi dell’eme, una frazione dell’emoglobina che permette il trasporto dell’ossigeno nel sangue. Avere una adeguata disponibilità di vitamina E è importantissimo per il sangue: al di sotto di certi livelli di concentrazione nel plasma i globuli rossi diventano più fragili e la loro vita media si accorcia.

Questo delle uova è il miglior esempio per imparare che non basta fare attenzione a ciò che mangiamo noi, ma anche a quello che mangia la nostra fonte di cibo, in questo caso le galline.


Perchè le galline fanno meno uova in Autunno?




Avete notato come le galline che vivono in totale libertà e nel ciclo naturale delle stagioni depongono meno uova quando arrivano i primi freddi dell’Autunno? Chi ha le galline se ne accorge subito. Il consumatore che acquista uova solo nei negozi di alimenti biologici specializzati come NaturaSì o altri, anche! In questo periodo iniziano a scarseggiare le uova allo scaffale e il motivo è quello che vi spieghiamo nelle prossime righe di questo articolo.

In questo periodo dell’anno le galline stanno cambiando le piume per avere una giusta protezione in vista del freddo invernale. Non possono produrre uova e fare la muta nello stesso momento. Sono tutte e due attività molto dispendiose dal punto di vista energetico. Perché ci sono uova sempre a disposizione nei supermercati tradizionali allora?

Beh, quelle uova derivano da un sistema produttivo completamente diverso e poco o per niente naturale, per quanto riguarda la vita e i trattamenti delle galline:

riscaldano i capannoni in cui le allevano, così gli animali non fanno la muta del piumaggio
regolano il ritmo di luce con illuminazione artificiale, così da stimolare sempre la produzione di uova
ricambiano molto spesso le ovaiole, così da avere sempre galline nel pieno della produzione.
l’alimentazione delle galline industriali è forzata, ciò significa che vengono messe nelle condizioni di mangiare tutto il giorno e di continuo. Inoltre il cibo somministrato negli allevamenti di galline ovaiole è più calorico di quello che una gallina libera trova razzolando in natura
Per approfondire sul magico mondo delle galline e delle uova, leggi qui: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


About the Author: Gianpaolo Usai[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Gianpaolo Usai
Gianpaolo Usai è Educatore Alimentare, ha conseguito il Diploma di Nutritional Cooking Consultant presso il College of Naturopathic Medicine di Padova, studia presso l’Accademia del Fitness Wellness Antiaging (AFFWA) del Dott. Massimo Spattini di Parma, dove ha già conseguito la certificazione di Antiaging Advisor e di Dieta COM®️ Advisor nel 2015. Si occupa dello sviluppo di progetti di educazione alimentare in tutta Italia ed è autore di testi di riferimento sulla spesa consapevole quali Inganno Alimentare (2015) e Cibo Serio (2016).


Se non l'hai ancora fatto leggi il
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Mamma69 modera: Eventi, Cucina (Ricettario e Articoli di cucina), News e gossip,
Casa Hobby & Giardino, Green&Bio, Rapporti di coppia e Scuola
mabi
mabi
Amministratore
Messaggi : 4191
http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Uova: guida all’acquisto e al consumo consapevole  Empty Re: Uova: guida all’acquisto e al consumo consapevole

il Mar 11 Dic 2018 - 19:24
Sulle uova non mi cogli impreparata! Sapevo già tutto... e quando sono fortunata le uova vado a prendermele dall'amica di famiglia che ha le gallinelle nel suo giardino e che sappiamo essere assolutamente felici, quando invece le ovette non ci sono dalla cara nonnina, prendo al super solo quelle 0. Mai di altra categoria. to male solo al pensiero delle batterie di allevamento. Giuro, sto davvero male.







Sapevi che DM ha anche due pagine social?
Vieni a trovarci su

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Se ancora non l'hai fatto leggi il
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Ro modera
Comunicazioni dello staff, Regolamento e Staff del forum, Capire il forum, Bacheca (+ Annunci: Vendo), Salute e Benessere, Amici Animali, Blog, Siti web, Peer Supporter Babywearing risponde on line, Esperto Web risponde on line

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum